Acquaponica

L'acquaponica è una tecnica di coltivazione fuori suolo che unisce l’acquacoltura di ricircolo e l’idroponica. In questo caso la soluzione nutritiva è creata principalmente dalle vasche di allevamento ittico.

Tecnica di coltivazione fuori suolo che unisce l’acquacultura (di ricircolo)  alla coltivazione idroponica, al fine di ottenere un ambiente simbiontico che permette di produrre contemporaneamente piante e pesci. I sistemi acquaponici sono degli allevamenti ittici a ricircolo integrati ad un sistema di produzione idroponica di specie vegetali.

Il principio di funzionamento di un impianto acquaponico è molto simile a quello idroponico con due sostanziali differenze: la prima è che si sostituisce il serbatoio della soluzione nutritiva con una o più vasche per l’allevamento ittico; mentre la seconda è l’aggiunta di un filtro biologico (in parte costituito anche dal substrato di coltivazione) in cui si forma la colonia di batteri nitrificatori che decomporranno in nitrato le secrezioni dei pesci, il quale può essere facilmente assorbito dalle radici delle piante.

Vantaggi della coltivazione Acquaponica

Notevole risparmio idrico

Minor utilizzo di elementi nutritivi

Riduzione dell’inquinamento ambientale dovuto all’allevamento

Produzione contemporanea di pesci e piante

SCHEMA IMPIANTO ACQUAPONICO

acquaponica, schema funzionamento

Sistemi acquaponici

Le radici delle piante si sviluppano all’interno di canaline o banchi di coltivazione riempiti con del materiale inerte, in cui scorre un sottile stato di acqua proveniente dalla vasca di allevamento dei pesci.

domande & risposte

Abbiamo creato una pagina dedicata alle domande più frequenti su informazioni generali, aspetti tecnici, budget e costi. Vai alla pagina completa per tutte le informazioni oppure richiedi una consulenza strategica usando i form di contatto per i nuovi progetti.

Quali sono le superfici minime necessarie?

In funzione della categoria di vertical farm a cui ci riferiamo possiamo avere dimensioni minime che vanno:  da 1 mq a 10 mq per le strutture domestiche; da 10 mq a 100 mq per strutture piccole; da 100 mq a 500 mq per strutture medie; sopra i 500 mq per strutture molto grandi.

Quali utenze sono necessarie?

Qualunque sia la dimensione di una vertical farm è necessario garantire le seguenti utenze: energia elettrica ed acqua. A queste si possono aggiungere ulteriori utenze in funzione di come viene progettato l’impianto.

I prodotti coltivati in Vertical Farm possono essere definiti biologici?

No poiché, in Italia ed in Europa, i disciplinari per la classificazione del biologico prevedono che la denominazione venga data solamente ai prodotti coltivati a terra. Sono tuttavia allo studio delle leggi che permettano di superare questa definizione di biologico.

NEWSLETTER

Mantieniti aggiornato sulle nostre iniziative e realizzazioni

Iscrizione avvenuta con successo!